Ai tempi della pandemia globale di coronavirus un numero crescente di individui si trova nella
condizione di dover scegliere se lavorare e rischiare il contagio o mettere a repentaglio
reddito e abitazione. Nel contempo, sempre più individui non si trovano più nella possibilità di fare
questa scelta, vista la sospensione delle attività produttive per ragioni di salute pubblica decisa dai
governi di diversi Stati europei. L’amara ironia è che, a volte, nemmeno l’inedia è un motivatore
sufficiente. In questo senso, il welfare state permette di creare società resilienti affrancando le
persone dal bisogno immediato, permettendo così alle società di mantenere coesione sociale
quando eventi inaspettati, di portata globale, impediscono agli individui e alle comunità di
sostenersi con i propri mezzi.

La Grande Recessione, la pandemia di covid-19, così come la chiusura di attività produttive dovuta a globalizzazione dei mercati, sono tutti fenomeni che sfuggono al controllo individuale (e spesso anche dello Stato) e che solleciterebbero solidarietà pubblica in forma di prestazioni sociali o economiche. Il disagio sociale e la frustrazione, unite al’incertezza del momento, creano ansia e sofferenza nelle persone; serve un valido supporto, una solida certezza.

Affidati ad un consulente patrimoniale, affidati a noi: realizziamo soluzioni su misura per la
protezione della ricchezza personale e familiare.

Visita il nostro sito: http://conpat.org/servizi/protezione-patrimoniale

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi